RSV4 RF

Acclamata unanimemente dalla critica e desiderata dai motociclisti di ogni angolo del pianeta, RSV4 è da sempre l’indiscussa rappresentante del segmento, il punto di riferimento per sportività e prestazioni, il migliore esempio di quanto sia possibile realizzare attingendo dalla preziosa esperienza di un Reparto Corse vincente come quello di Aprilia che, nella sua giovane storia ha conquistato 54 titoli iridati. Competenze nate in pista e trasferite nel prodotto di serie, per regalare a tutti le stesse emozioni delle motociclette confezionate da Aprilia Racing. L’obiettivo primario seguito durante lo sviluppo della nuova Aprilia RSV4 (in entrambe le versioni disponibili, RSV4 RR e RSV4 RF) è come sempre uno solo: essere la più veloce superbike del segmento. Per raggiungerlo, Aprilia ha attinto dalla migliore tecnologia di Aprilia Racing, affinando la già eccezionale RSV4 sotto molteplici punti di vista, come elettronica, sospensioni e freni. Grazie anche al lavoro svolto sul propulsore, ora conforme alla normativa Euro 4, senza aver perso nulla in termini di potenza e fruibilità, la nuova RSV4 è in media più veloce di oltre 1 secondo al giro rispetto alla versione precedente.

65° V4 di eccezionale leggerezza

Le caratteristiche principali e uniche di questo gioiello di tecnologia italiana, quelle che hanno permesso di realizzare la migliore superbike di sempre, rimangono inalterate. Si tratta del primo 4 cilindri a V stretto ad alte prestazioni di grande serie al mondo, il motore più rivoluzionario e potente mai costruito da Aprilia. Un motore reso unico e inconfondibile per via dell’impiego di un’elettronica “totale”, per la sua compattezza estrema e per la leggerezza.
Gli interventi adottati in questa evoluzione del V4 italiano non hanno permesso soltanto di raggiungere gli obiettivi di omologazione Euro 4, ma anche di aumentare l’affidabilità e le prestazioni generali, senza perdere potenza e coppia massima (che rimangono attestati rispettivamente su valori quali 201 CV a 13.000 giri/min e 115 Nm a 10.500 giri/min) e nemmeno quell’inimitabile sound da sempre vera e propria colonna sonora offerta dai V4 Aprilia.
Il propulsore guadagna un nuovo impianto di scarico con silenziatore dotato di doppia sonda Lambda e valvola integrata, mentre è nuova la centralina di controllo motore dalle superiori capacità di calcolo, in grado di gestire l’innalzamento del regime massimo di rotazione, ora di 300 giri/min. superiore. Adesso quindi il propulsore vanta una superiore capacità di allungo ed è anche per questa ragione che sono stati eliminati i cornetti di aspirazione ad assetto variabile, ritenuti non più necessari, scelta che ha contribuito a ridurre il peso degli organi di alimentazione di 500 grammi.
Al fine di aumentare le prestazioni e l’affidabilità sono stati introdotti nuovi e più leggeri pistoni, dotati di inediti segmenti che riducono il fenomeno del blow-by. Inoltre è stato aggiunto un trattamento di honing alle teste di biella, riducendo ulteriormente gli attriti. Nuove sono anche le molle di richiamo delle valvole, a garanzia di affidabilità durante i carichi di lavoro più gravosi, mentre le valvole beneficiano di una fasatura ottimizzata, in grado di aumentare le prestazioni e l’affidabilità. Infine il cambio è ora provvisto di un sensore lineare che garantisce un funzionamento ineccepibile del gearshift.

Portfolio Detail

Category

Demo Link : http://example.com